AIDTPG al tavolo del Ministero dell’Ambiente, della Tutela del Territorio e del Mare per la definizione dei CAM

L’Associazione Italiana Direttori e Tecnici dei Pubblici Giardini prosegue la sua collaborazione con il Ministero dell’Ambiente della Tutela del Territorio e del Mare e ANCI nell’ambito del tavolo di lavoro istituito per la definizione dei requisiti ambientali minimi (i cosiddetti CAM) previsti nelle varie fasi dei processi di acquisto per le Pubbliche Amministrazioni. Si tratta di strategie volte ad individuare la soluzione progettuale, il prodotto o il servizio migliore sotto il profilo ambientale lungo il ciclo di vita, tenuto conto della disponibilità di mercato.

I CAM sono definiti nell’ambito di quanto stabilito dal Piano per la Sostenibilità Ambientale dei consumi del settore della pubblica amministrazione e sono adottati con Decreto del Ministro dell’Ambiente.

Alla riunione svoltasi a Roma, presso la sede del Ministero, lo scorso 27 febbraio, per l’Associazione e su mandato di ANCI hanno partecipato in qualità di esperti Mauro Ianese (Comune di Roma), Ciro Degli Innocenti (Comune di Firenze) e Marco Magnano della municipalizzata di Verona, da tempo fattivamente impegnano nell’ambito del PAN e più nello specifico dei CAM; i nostri colleghi hanno pertanto potuto interfacciarsi con i referenti del Comitato per l’applicazione della Legge 10/13, ma anche con rappresentanti ministeriali (era presente anche un funzionario del Ministero delle Politiche Agricole), di CONAF e ISPRA.

Nel corso dell’incontro è stato proposto un metodo di lavoro che ha demandato ai partecipanti la redazione di un documento nel quale siano affrontati vari punti riguardanti i CAM, alcuni peraltro non ancora affrontati.

In particolare, si è deciso di approfondire due temi: la progettazione relativa a interventi di manutenzione straordinaria delle aree verdi e la gestione e manutenzione delle forniture. Resta sottinteso che i CAM andranno estesi alla progettazione e a tutti gli aspetti gestionali delle aree verdi.

Ovviamente, come in altri casi analoghi, l’obiettivo è quello di pervenire ad un documento di rilevanza nazionale che consenta la migliore applicazione nella realtà quotidiana.

Questo elemento è stato inserito in News. Aggiungilo ai segnalibri.

Lascia un commento