Congresso Nazionale 2023 Spoleto

Sono state circa 250 le persone intervenute al Congresso nazionale 2023 di Pubblicigiardini, che dal 12 al 14 ottobre si è svolto a Spoleto nel Complesso Monumentale di San Nicolò.
Durante la tre giorni i soci di tutte le delegazioni italiane, ricercatori e docenti universitari si sono confrontati sulle tecniche più aggiornate per la progettazione e gestione del verde, ed è stato possibile visionare nuove macchine, attrezzature, prodotti vari e software delle 22 aziende sponsor partecipanti.

Grande interesse ha suscitato il Convegno “Infrastrutture verdi e pianificazione urbanistica”, che si è svolto nella giornata centrale del Congresso al Teatro Caio Melisso – Spazio Carla Fendi. Il nostro delegato per Piemonte e Valle d’Aosta Gregorio Spanò ha aperto i lavori con “Progetto strategico di rete ecologica comunale. Studio e valutazione delle componenti territoriali per l’individuazione delle azioni capaci di migliorarne la funzionalità ecologica. Indicazioni applicative e prescrizioni propedeutiche alla redazione del nuovo Piano Regolatore Comunale”. Il secondo intervento, di Giovanni Marinelli e Monica Pantaloni dell’Università Politecnica delle Marche, è stato “Il progetto delle infrastrutture verdi nel piano urbanistico. Metodi, strumenti, esperienze. Limiti ed opportunità a confronto in due casi studio”). Sono intervenuti poi Gianandrea La Porta dell’Università degli Studi di Perugia e Federica Andreini del Comune di Spoleto, che hanno relazionato su “Studio della Rete Ecologica applicato alla realizzazione della Greenway della Valle Spoletina: esperienza pilota di infrastruttura verde a Spoleto”. Altra presenza dell’Università Politecnica delle Marche è stata quella di Sergio Murolo con “La gestione delle infrastrutture verdi: come integrare gli aspetti fitosanitari negli strumenti amministrativi comunali”.

Anche l’Università di Camerino ha partecipato con Rosalba D’Onofrio la quale, insieme a Sergio Trevisani del Comune di San Benedetto del Tronto, ha presentato “Il Progetto Life+ A_GreeNet per l’infrastruttura verde urbana: ostacoli e opportunità per la pianificazione urbanistica e di scala vasta del Medio Adriatico e la partecipazione delle comunità locali nella promozione delle aree verdi urbane“. Gli ultimi due interventi del convegno, prima delle conclusioni affidate al Presidente di Pubblici Giardini, Roberto Diolaiti, sono stati quelli di Gregorio Sgrigna, dell’Istituto di Ricerca sugli Ecosistemi Terrestri del CNR, sul tema “I risultati del Progetto EUFORICC: indicazioni per la pianificazione e gestione del verde urbano” e di Fabio Salbitano, della Fondazione AlberItalia, con “La Foresta, immagine delle città future”.

“Sono state tre giornate indimenticabili, quelle trascorse a Spoleto dai soci di Pubblici Giardini che hanno partecipato al congresso annuale, svoltosi per la prima volta in terra umbra – sono state le parole del Presidente nazionale dell’Associazione Pubblici Giardini, dott. Roberto Diolaiti – In proposito occorre ringraziare chi ha permesso di poter usufruire della suggestiva cornice del teatro Caio Melisso e del Complesso monumentale di San Nicolò. A cominciare dal Sindaco Andrea Sisti, dall’Assessore Agnese Protasi e tutti i tecnici comunali che hanno contribuito ad una squisita ospitalità. Ma anche Fulvio Tosi e i colleghi della delegazione Marche, Umbria e Abruzzo per la perfetta organizzazione, che ha permesso di svolgere tutte le attività programmate senza assilli temporali, visitando luoghi di primaria bellezza. Torneremo presto a Spoleto per un altro incontro dell’Associazione”.

“E’ stato molto importante per noi ospitare questo momento di confronto a Spoleto – sono state le parole del sindaco Andrea Sisti nel corso dell’intervento al convegno – Abbiamo voluto che si tenesse qui perché crediamo che la questione del verde pubblico e delle infrastrutture verdi debba cominciare a produrre degli effetti in maniera significativa. È necessario considerare l’attuazione di metodologie che tengano in considerazione gli aspetti di carattere ambientali non semplicemente come costi, ma come voci di bilancio che permettono, attraverso una cura costante, di risparmiare, evitando ulteriori aggravi causati dall’incuria e, allo stesso tempo, di garantire sviluppo. La presenza a Spoleto dell’Associazione Pubblici Giardini apre ad opportunità di collaborazione che, come amministrazione, siamo pronti ad accogliere e a portare avanti insieme”.

Soddisfatta anche l’assessore alla transizione ecologica, Agnese Protasi: “Le questioni ambientali sono al centro della nostra azione amministrativa e, in quest’ottica, il rapporto che si è instaurato con l’associazione Pubblici Giardini, il confronto avuto durante le tre giorni con gli esperti del settore presenti è stato senza dubbio un banco di prova importante che potrà portare a sviluppi interessanti in futuro. Ringrazio per questo la dottoressa Emanuela Rosati che ha curato, per il Comune di Spoleto, l’organizzazione e l’ospitalità dei partecipanti”.

Un ringraziamento agli sponsor

Main Sponsor

        

Sponsor

   

Lascia un commento