Il Colpo di fuoco batterico, una patologia da non sottovalutare

La malattia di natura batterica già tristemente nota, resta di attualità e di invariata gravità per le specie di piante maggiormente sensibili, appartenenti alla famiglia delle Rosacee sia coltivate che spontanee. Può essere contenuta soltanto con tecniche preventive e ripetute disinfezioni.

La malattia : origine, diffusione e gravità.
Il “Colpo di fuoco batterico” è una grave malattia di natura batterica che in molte occasioni ha già prodotto danni elevatissimi, con distruzione di intieri frutteti soprattutto di pero e con notevole diffusione a molte piante ornamentali anche spontanee, variamente dislocate sul territorio.
Attualmente si presenta ancora in fase di continua espansione, pertanto la malattia merita di essere riproposta all’attenzione di tutti, almeno per cercare di contenerne gli effetti dannosi e la diffusione.
La sua presenza è molto datata, tanto che risulta danneggiare da oltre due secoli peri e meli negli Stati Uniti d’America, da circa mezzo secolo è presente in Europa e da circa quindici-venti anni, quindi in epoca abbastanza recente anche in Italia.
Il patogeno responsabile della malattia, che si presenta visivamente con una forma diffusa di annerimento su foglie, fiori, frutticini e germogli, tanto che sembra causata da tante improvvise fiammate, è un batterio classificato da quasi un secolo col nome specifico di Erwinia amylovora.

 

Lascia un commento