La piralide del bosso

Questo lepidottero passando per la Svizzera (primo ritrovamento nel 2008 nella Regione di Basilea), sta espandendo il suo areale di diffusione
allargandosi progressivamentein tutto il Nord Lombardia dalle zone di confine sino alla pianura e arrivando nel 2010 nel veneto in continua espanzione.
Le sue larve si sviluppano esclusivamente sulle piante di Bosso (Buxus spp.) nutrendosi di foglie, dei germogli e dei rami, causando gravi danni estetici e fisiologici in vivai e sulle siepi dei giardini all’Italiana e sul bosso sia in vaso, che in terra. Le specie particolarmente sensibili all’infestazione risultano B. sempervirens, B. sinica, B. microphylla e B. microphylla var. insularis.

Scarica il documento completo:

Lascia un commento