Un webinar sui nuovi CAM per il verde pubblico

Anci Lombardia ha organizzato lo scorso 30 giugno un webinar dedicato a

I nuovi Criteri Ambientali Minimi per l’appalto di gestione del verde urbano

Hanno partecipato, per la nostra Associazione, il presidente, Roberto Diolaiti, e la vicedelegata per la Lombardia, Marcella Guidoni.

Il video del webinar è disponibile qui:
https://www.youtube.com/watch?v=gKVPBE1lIr8&feature=youtu.be

 

Introduzione e saluti
Fabio Binelli – Coordinatore Dipartimento Servizi Pubblici Locali, Ambiente, Agricoltura e Green Economy – ANCI Lombardia

Chiarman: Stefano Manini – Esperto ANCI Lombardia / ANCILAB

Intervengono:

Roberto Diolaiti – Direttore Settore Ambiente e Verde del Comune di Bologna; Presidente Pubblici Giardini (AIDTPG)
Marcella Ghidoni – Responsabile Verde Pubblico del Comune di Mantova
Franco Guzzetti – Politecnico Milano / Assessore Comune di Melzo (MI)
Paolo Viskanic – Project Leader Verdevale – Progetto Interreg ITA/SUI
Giuseppe Sozzi – Comune di Piacenza
Angelo Vavassori – Agronomo – INU Lombardia

I nuovi criteri ambientali minimi per il servizio di gestione del verde pubblico e la fornitura di prodotti per la cura del verde (decreto MATTM 10 marzo 2020) segnano un cambio di passo nella gestione del patrimonio vegetale degli enti pubblici.

Il verde pubblico non viene più visto solo come una proprietà da gestire utilizzando sistemi a basso impatto ambientale ma diviene oggetto di un approccio integrato nel quale progettazione, gestione e manutenzione concorrono ad esaltare i servizi ecosistemici offerti dalle aree verdi agli insediamenti urbani e, allo stesso tempo, consentono un oculato impiego delle risorse economiche ed ambientali dei Comuni.

Questo passaggio avviene attraverso una completa rilevazione del patrimonio vegetale (censimento del verde, catasto degli alberi), l’adozione di documenti di pianificazione (piano del verde) e l’impiego di materiali e tecniche avanzate che sappiano valorizzare la componente di naturalità delle aree verdi e minimizzare gli impatti ambientali della loro gestione.

Tutti questi fattori richiedono un aumento del livello di conoscenza e di competenza da parte dei Comuni, chiamati a gestire il verde pubblico come una componente fondamentale per la vita dei cittadini (come la chiusura dei parchi in occasione dell’emergenza Coronavirus ha evidenziato) ma anche per la salute del nostro pianeta.

Lascia un commento