Una aiuola al succo di Limone

L’uso dei colori nelle composizioni floricole rappresenta ancora ora un stimolante banco di prova per chi progetta e realizza giardini nel verde ornamentale sia nei giardini privati che quelli delle pubbliche amministrazioni.
Molto gradito ed utilizzato, in pratica da tutti, è il colore giallo, colore primario per eccellenza, che consente di dare luce alle composizioni ed accentuare le tonalità solari negli abbinamenti con gli altri colori primari rosso e blu.
In una aiuola del centro della città, sita in via Poscolle, dove i giardinieri della città di Udine, propongono ai propri cittadini e ai numerosi visitatori i colori inusuali, le novità stilistiche è stata realizzata all’inizio dell’estate ‘06 una aiuola caratterizzata dal colore giallo ma nelle tonalità più fredde. Il giallo per dare la sensazione di fresco!
Su una base pre – costituita dalla presenza di un annoso ulivo, da una macina e da alcuni massi, sono state piantate in stile e ritmi impressionisti elementi vegetali caratterizzati dal fogliame giallo verde come il Coleus blumei “ Oro delle Alpi” ( 1piant/mq), la Lisimacchia numullaria “ “Aurea” ( 3-4 piant/mq) Pelargonium hyb.” Mrs Polllok” ( 1 pianta madre/mq.) e a riempire :Tagetes papula e tenuifolia, Zinnia elegans, Bidens ferurifolia, Gazania rigens, Lisimacchia congestifolia e Sanvitalia procumbens ed Gnafalium lanatum e una bella graminacea variegata l’ Hokonechloa macra “ Aureola”.
Per contrasto, nelle tonalità fredde degli azzurri e dei blu, ma in quantità nettamente inferiori, sono state utilizzati i Fiordalisi, l’Ageratum houstonianum, l’Heliotropium arborescens ( dal bun profumo notturno di vaniglia)e alcune piante del bel Cavolo Nero di Firenze. Quest’ultimo utilizzato nei giardini in Europa, per il suo singolare colore e per l’aspetto gigantesco, mentre è decisamente raro in Italia, se non propriamente in Toscana (…per la ribollita! …).

 

Lascia un commento